Catalogo AcquaFragile

 
In questa collana pubblichiamo opere di narrativa contemporanea, prediligendo taglio e temi giovanili under 30, linguaggio immediato ed effervescente, magari con una spruzzata di umorismo o surrealismo.
 
 
 
PETALI NEL CERCHIO DEL FUOCO
di Ivo Gentili
 
ISBN 9788867930258
Pag. 162 - € 13,00
 
Ingrandisci immagine
 
ORDINA
 
Andrea Verdiani, imbarcatosi sul traghetto che lo porterà all’isola d’Elba per partecipare a un importante convegno sugli incendi boschivi, conosce Gaia Silvestri, affascinante reporter in viaggio per realizzare un articolo che racconti la bellezza paesaggistica, la varietà della vegetazione, la storia e l’arte di cui è ricca l’isola. Tra i due nasce immediatamente un’intesa che si salderà nei giorni di permanenza all’Elba. L’incolumità dei numerosi turisti, però, e la natura stessa che contraddistingue l’isola, sono presto messe a repentaglio dagli atti vigliacchi di piromani senza scrupoli. Andrea e tutte le forze dell’ordine dovranno lottare su più fronti, sia per spegnere gli incendi che per assicurare alla giustizia i responsabili, impedendo così nuovi scempi ai danni delle zone boschive.
Petali nel cerchio del fuoco ci incanterà - grazie alla capacità descrittiva di Gentili - con le meraviglie naturalistiche dell’isola d’Elba, le sfumature turchine del mare, il verde dei boschi, i colori della macchia mediterranea; ci farà conoscere affascinanti tradizioni locali, scoprire numerose leggende legate al passato, visitare luoghi dall’alto profilo storico, vivere una storia fatta di passione, tensione, sconvolgimento e speranza.
Tutti si sentivano impotenti, esposti, indifesi e temevano per gli amici e i familiari che potevano essere coinvolti nell’incendio e di cui non avevano notizie. Il panico si era impadronito di quei volti, di quelle bocche, ora spalancate ora chiuse dalla paura, che non erano neppure più capaci di urlare. La mancanza di notizie rendeva la scena surreale. Come coperto da un sottile velo il sole era calato vistosamente, oltre il piccolo promontorio, gettando ombre di inconfondibile bellezza tra i pini che scendevano fino al mare e stridevano con l’atmosfera che si era creata.