Catalogo OroArgento

 
E’ la collana nella quale pubblichiamo libri di alto profilo, per esempio scritti con linguaggio forbito da chi ha estrema padronanza della lingua italiana oppure che trattino temi poco commerciali, ma non per questo meno interessanti. Possono essere romanzi storici, saggi, raccolte di poesia e altro ancora.
 
 
 
L'INVIATO DALLA RETE
di Alessandro Ticozzi
 
ISBN 9788867930128
Pag. 320 - € 17,00
 
Ingrandisci immagine
 
ORDINA
 
L’inviato dalla rete è un viaggio nella storia del cinema, del teatro, della televisione e della cultura in generale, fatto attraverso una raccolta di articoli dal taglio originale e interessante.
Vengono approfondite diverse tematiche anche mediante interviste a personaggi illustri e ripercorrendo storie e aneddoti grazie al ricordo di chi ha conosciuto e lavorato con queste personalità.
Ci addentriamo, in sintesi, nella storia dell’Italia, a partire dal secolo scorso quando il cinema si proponeva come strumento di denuncia, di racconto, di divulgazione, fino ad arrivare alla nascita della televisione, quando essa – agli albori – si proponeva di diffondere cultura e intrattenimento di alto livello.
Circa un cinema più leggero, ne L’inviato dalla rete troviamo le testimonianze di Jerry Calà, di Bud Spencer, di Renato Pozzetto…
Vengono invece ricordati tra gli altri, attraverso i familiari, Nino Manfredi, Sergio Corbucci, Vittorio De Sica, Roberto Rossellini, Alberto Lattuada.
Giorgio Gaber viene celebrato dalla figlia, il fumettista Milo Manara si racconta, il critico cinematografico controcorrente Massimo Bertarelli risponde alle domande dell’Autore.
Questo e molto altro è L’inviato dalla rete: un percorso che parla di storia e di uomini che ci hanno lasciato un eredità di emozioni e insegnamenti indelebili.
Chi ama lo spettacolo (il cinema e non solo: qualsiasi trasposizione scenica che “racconti” la vita) troverà ne L’inviato dalla rete un supporto storico-culturale e non solo: un riferimento di rara precisione, di eccezionale puntualità informativa. […] C’è, dietro questa cavalcata affascinante e curiosa, una passione mista a competenza che è facile accettare nella speranza di condividerla.
(Dalla prefazione di Enrico Vaime)